Aprire una ristorazione a Roma quali pratiche servono

Diffidate dalla semplicità di fare una SCIA per la somministrazione a Roma perchè tutto è fuorché semplice. Tante tantissime insidie tecniche si nascondono dietro a questa macchina che in prima battuta sembra essere semplicissima ma che nasconde una giungla piena zeppa di predatori. 
Una sorta di labirinto tecnico / legale dovete fare attenzione perchè aprire una licenza SCIA per somministrazione a Roma richiede infatti uno studio preliminare di tutta una serie di requisiti che devono esistere a monte. Tra questi importate è la scelta del luogo, la compatibilità con il regolamento per la somministrazione del comune di Roma ma non solo, l’asl e quindi l’aspetto sanitario non sono da meno così come l’impatto acustico e tanti altri cavilli che non vanno tralasciati e che vanno curati sempre con professionalità. 
La scelta del locale è determinante, capire se lo stesso sia o meno regolare è almeno la metà della  pratica da svolgere, ogni cosa deve essere curata nel minimo dettaglio perchè un errore diventa poi una sanzione, un problema se non addirittura la chiusura dell’attività. 
Se il vostro intento è quindi quello di aprire un bar o un ristorante a Roma e volete essere seguiti con professionalità nell’apertura di una somministrazione con regolare SCIA gustatevi il video di cui sopra e non esitate a contattarmi per info e costi. 


Saluti 

Geom. Alessandro Leone 
Source: Geometri di Roma

Precedente Come aprire un negozio per la vendita della canapa a Roma Successivo Come aprire un parrucchiere a Roma - Scia di acconciatore